LE CITTÀ DI SOMMERLUND, TORAN



Segue la completa descrizione di Toran, la città della Confraternita!
Quartieri, edifici, strade e corporazioni! Entra nella città e conoscine i segreti!


Xb0bkfq.png


Quando i Sommerliani arrivarono dal Vuoto Settentrionale nell'anno PL 3434 guidati dal valoroso Re Kian, respinsero i Signori delle Tenebre dietro i monti Durncrag e s’insediarono nel territorio ad est di questa catena, le boscose lande che divennero Sommerlund, la loro nuova patria. Non molto tempo dopo questa conquista, il successore di Re Kian - Braern I - ordinò la costruzione di quattro grandi insediamenti: Holmgard (che divenne la capitale), Tyso, Anskaven e il porto settentrionale di Toran.

Toran divenne presto una forte e potente città, con le strade disegnate per incanalare le energie naturali della terra verso le fortificazioni. Si dice che le mura di cinta di Toran siano straordinariamente robuste, sia per la meticolosa progettazione e costruzione, sia per la simbiosi empatica che le lega alle forze naturali dell'area circostante. Non a caso nell'antica lingua dei Sommerliani, Toran significa "Fortezza". La forza speciale delle mura può essere poco più di un mito che si è diffuso nelle generazioni tra gli abitanti, ma un fatto è certo: sin dalla loro prima posa, hanno richiesto sorprendentemente poca manutenzione e anche negli assedi sono state eccezionalmente resistenti ai danni.

Un personaggio molto importante viveva in questa città: Shaen Raunor, un barone di Toran diventato molto famoso. Dopo la sconfitta del Signore delle Tenebre Vashna nel PL 3799, egli lasciò la città per iniziare la ricerca delle perdute Pietre della Sapienza di Nyxator. Nel PL 3810 ebbe successo e ritornò a Sommerlund per iniziare la costruzione del Monastero Kai tra le colline ai piedi dei Durncrag, 75 miglia a sud di Toran, a mezza strada tra la città e la capitale. Egli prese un nuovo nome - Aquila del Sole - e fondò l'Ordine Kai. Negli anni successivi, mentre Aquila del Sole scriveva il Libro del Magnakai, la sua città natale si espanse diventando un centro ricco ed influente per cultura e commercio nel Magnamund settentrionale.

In questo periodo, la Confraternita della Stella di Cristallo stabilì la propria base a Toran. Originariamente essi erano solo una delle tante corporazioni che si trovavano in città, ma col passare dei secoli divennero la più potente e influente gilda di Toran. Il loro potere fu messo alla prova nel PL 5050, quando l’orgogliosa Confraternita fu scossa dalle azioni di un membro rinnegato dell'ordine: Vonatar, un potente ma malvagio mago, tradì la Confraternita, la città e l'Ordine dei Kai in cambio dei segreti della magia dei Nadziranim, gli stregoni al servizio dei Signori delle Tenebre. Nel caos e nella guerra che ne seguì, l'Ordine Kai venne massacrato e le mura di Toran, per la prima volta nella storia, vennero violate.

Dopo la distruzione di Zagarna ad opera di Lupo Solitario, le mura furono finalmente ricostruite nel PL 5053. Il Barone e la Confraternita della Stella di Cristallo hanno lavorato duramente per assicurarsi che le nuove mura seguissero il tracciato originale. Speciali magie protettive sono state adottate dai maghi per migliorare le sue naturali capacità difensive.

Toran è innegabilmente una bella città, meraviglia dell'architettura Sommerliana e perfetta combinazione di eleganza e forza. E' dominata da una vertiginosa torre che si erge maestosa ed imponente, simbolo del potere della Confraternita della Stella di Cristallo. Gli edifici mostrano i simbolismi e le tradizioni costruttive dei primi Sommerliani e mantengono una grandiosa eleganza, influenzata dall'estetica della Confraternita dei Maghi. Il granito locale è stato usato intensamente nelle costruzioni e, a causa dell'elevato contenuto di quarzo, la città sembra brillare e scintillare alla luce del sole. Nella notte la città sembra prendere vita alla luce delle migliaia di lanterne, creando un'atmosfera magica.


Economia della città

Toran è una città industriosa con una fiorente attività portuale, eguale come importanza ad Holmgard. I commerci sono supervisionati dal Maestro della Corporazione dei Mercanti e il gettito fiscale che viene raccolto è versato direttamente nelle casse della Cittadella. Il Maestro della Confraternita della Stella di Cristallo è il Cancelliere e responsabile dell'uso delle tasse per la manutenzione della città. Toran esporta soprattutto legname di alta qualità, rame e altri minerali. Importa soda, seta, cotone, tinture, spezie, frutta, beni di pelle e una miriade di oggetti di lusso dai partner commerciali a Ragadorn, Durenor e da molte altre nazioni oltre il Mare di Kuri. Grano e cereali forniscono una fonte secondaria di esportazione grazie alle ricche terre agricole che si trovano lungo il fiume Tor e che spesso producono un notevole surplus.


Le leggi

La guardia cittadina comprende un reggimento di truppe regolari equipaggiate e addestrate per i compiti di polizia e di mantenimento della pace. Il Barone è il loro comandante in capo. Essi sono fortemente leali e, per la maggior parte, non corrotti. Non ci sono esecuzioni capitali a Toran; i traditori e gli assassini seriali sono condannati all'oblio nel Cancello dell'Ombra, localizzato sotto la Sala del Consiglio della Confraternita della Stella di Cristallo.


Popolazione

Nell'anno PL 5000, circa 80.000 abitanti formano la popolazione di Toran. E' la seconda città più popolosa di Sommerlund, dopo Holmgard. La cittadinanza è formata prevalentemente da originari di Toran ma ci sono rilevanti gruppi di discendenza straniera, tra i quali il maggiore è quello dei Durenesi. Come risulta ovvio per una città di mare, è quasi impossibile stimare accuratamente i gruppi etnici, essendoci un numero variabile di persone di transito costituito dai mercanti di mare e dai marinai stranieri.


Le sezioni della città

gLGlebH.png
Mappa della città: per maggiori funzionalità recatevi nella sezione approfondimenti
Li potrete navigare la mappa con comodità


Difese esterne e Accessi
Zona portuale: Porto 1 - Torre della Capitaneria 2
Quartiere Mediano: Torre della Confraternita 3 - Cittadella Baronale 4 - Tomba di Aquila del Sole 5
Quartiere Orientale - Quartiere Occidentale - Bassifondi
Fogne (non sulla mappa)


DIFESE ESTERNE E ACCESSI

Ricostruite nel PL 5051-53, le mura di cinta circolari raggiungono i 33 metri di altezza e forniscono un’adeguata difesa contro gli invasori. La città è costruita sulla costa settentrionale di Sommerlund, dove il fiume Tor incontra il mare.
Ci sono due grandi cancelli nelle mura di Toran. Uno serve la strada reale verso Holmgard a sud (nota come Porta Occidentale), e l'altra (nota come Porta Orientale) serve la strada costiera che porta ad Anskaven. Entrambe le porte sono pattugliate dalla guardia cittadina e, spesso, da accoliti della Confraternita della Stella di Cristallo.


ZONA PORTUALE

Questo settore ospita il porto e la torre della capitaneria.


1 - Porto

L'area dei moli di Toran è un agglomerato di suoni, odori e visuali marinare. Il porto murato è dominato dalle strutture che servono al carico e scarico dei carichi navali. La sua efficienza è dovuta al matrimonio felice di: progettazione, abilità ed esperienza delle persone che ci lavorano. In aggiunta alle consuete strutture, ci sono diversi cantieri per la riparazione e la produzione navale. Questo settore ospita anche un grande bacino di carenaggio ad uso esclusivo della Flotta Settentrionale della Marina Sommerliana.


2 - Torre della capitaneria

Vicino alle mura sorge l’Ufficio della Capitaneria di Porto, responsabile per il controllo del traffico navale civile.


QUARTIERE MEDIANO

Il quartiere mediano è il più ricco distretto della città. L'area è ben controllata dalla Guardia Cittadina e come conseguenza di ciò, c’è pochissima criminalità in queste strade. La zona è dominata dalla Torre della Confraternita e della Cittadella Baronale, i due maggiori edifici della città. Oltre ad essi ci sono altri edifici importanti come la Cancelleria e la sede dell'Alta Corte di Giustizia cittadina. Tra gli altri edifici importanti dell'area, ci sono i palazzi delle corporazioni di Toran e le sedi delle ambasciate straniere, tra cui la più grande è senza dubbio quella di Dureneor. Molti dei più ricchi residenti usano la loro casa nel quartiere solo per brevi periodi, preferendo le grandi residenze in campagna. Possedere una casa in questo quartiere è chiaro simbolo di prestigio e successo.


3 - La Torre della Confreternita della Stella di Cristallo

Sul lato opposto del quartiere rispetto alla Cittadella, sorge la torre della Corporazione dei Maghi di Toran. La torre è un magnifico edificio di marmo bianco intarsiato da stelle d'oro e d'argento, con diverse finestre a forma di mandorla che guardano verso la città come migliaia di occhi benevolenti. Alta e circolare, la torre termina con un tetto piano dove è sospesa una magnifica stella di cristallo, simbolo della Confraternita e segno di omaggio e rispetto verso la dea Ishir. Alla base della torre si trova un curato giardino d'acqua circondato da una muraglia di protezione. La casa della corporazione è un grande edificio con molte finestre dalle chiusure in mogano e squisiti tetti con minareti d'ardesia; le sue stanze ospitano i dormitori e le aule dell'ordine. Nelle profondità dei sotterranei si trova il Cancello dell'Ombra, costantemente controllato dalle guardie. I visitatori della confraternita sono accolti da maghi di rango minore, che con semplici magie controllano i loro scopi e i loro intenti. I membri anziani della Confraternita sono chiamati a far parte dell'Alto Consiglio, guidato dal Maestro della Confraternita (viene eletto tra di essi) il cui incarico dura tutta la vita. Il Maestro è anche il Cancelliere della Città di Toran e consigliere anziano del Barone.


4 - La Cittadella Baronale

La residenza del Barone di Toran è una fortezza rettangolare costruita vicino al centro della città. Ad ogni angolo si trovano alte torri di guardia dai tetti conici. Molti passaggi segreti si diramano dai profondi sotterranei verso gli altri quartieri per permettere al Barone e alla Corte di spostarsi senza essere visti quando necessario.


5 - La Tomba di Aquila del Sole

Posta in una piccola piazza al centro del quartiere, la tomba di Aquila del Sole, il primo Ramas, comprende un bellissimo monumento di pietra intarsiata alla cui sommità si trova una statua del famoso eroe. Una piccola porta di bronzo chiude l'entrata alla cripta sotto il monumento.


QUARTIERE ORIENTALE

Folle di persone passano da e verso la parte est della città lungo le strade del quartiere. La maggior parte degli artigiani e delle classi medie della cittadinanza vivono in quest'area confortevole. Al centro del quartiere si trova una grande piazza che ospita un vibrante mercato all'aperto (il mercato orientale). Una grande varietà di merci si possono trovare in vendita, anche se a prezzi maggiori rispetto ad altre aree di Sommerlund. E' risaputo che a Toran il contrabbando è severamente punito. Nella parte est del quartiere tra le case dei servi e di fronte al Parco Speranza, sorge una modesta cappella di legno dedicata alla dea Ishir.


QUARTIERE OCCIDENTALE

Quest'area è la più popolata tra tutti i distretti residenziali di Toran. E' formata da un labirinto di stradine e squallidi vicoli, interrotti occasionalmente da un parco o da un mercatino lastricato. La milizia che pattuglia quest'area è insufficiente al mantenimento dell'ordine e come conseguenza il quartiere ha assunto una reputazione dubbia tra la società di Toran.


BASSIFONDI

Piccoli e poveri, i bassifondi non sono riconosciuti ufficialmente tra i distretti cittadini. Vi abitano le persone più povere e i criminali della città.
Le strette strade sono piene di rifiuti e topi; nonostante i frequenti tentativi dei nobili e del Barone di sistemare quest'area, essa in poco tempo torna sempre alle sue degradate condizioni originarie.


FOGNE (NON SULLA MAPPA)

Sotto Toran si estende un'incredibile rete di condotte, tunnel e cisterne. In quest'ultime si raccoglie l'acqua piovana usata per la pulizia del sistema fognario; durane le secche estati, la penuria d'acqua fa si che nei quartieri poveri si diffonda “l'aroma” delle fogne non pulite. Dal PL 5000 circa, le fogne sono diventate la sede della Corporazione dei Ladri, i cui membri usano i tunnel per accedere non visti ai quartieri più ricchi.

creato da Wild Wolf