UNA VECCHIA INTERVISTA A JOE DEVER


Un estratto tratto da un'intervista rilasciata da Joe Dever su The Kai Monastery nel lontano 1999.
Uno sguardo dal passato sul nostro autore preferito che parla di se, dei libri e del Magnamund!



REcgVzK.jpg


Su Joe Dever


Cosa ha attratto il suo interesse verso D&D quando lo ha scoperto per la prima volta?

E' stato il primo set di regole per un gioco fantasy ad avere una struttura per il gioco di squadra e libertà creativa senza limiti. Gygax e Anderson, gli autori del set originario, erano giocatori di wargame storici con un interesse nel fantasy. A quel tempo lo ero anch'io, e quindi credo che automaticamente sia entrato in sintonia con quanto hanno creato e quanto tentavano di ottenere.

D&D è stato l'inizio del suo interesse nella letteratura fantasy?

No. Il mio interesse nel fantasy iniziò quando ero un giovane ragazzo e iniziai a leggere i lavori di Michael Moorcock (Tempestosa, Il ladro di anime), Tolkien (lo hobbit, il Signore degli anelli), H.P. Lovecraft (L'orrore di Dunwich, il colore venuto dallo spazio), e Mervyn Peake (Tito di Gormanghast, Gormanghast). Sono stato fortunato da avere un insegnante di inglese alle scuole superiori molto illuminato, che mi ha introdotto al fantasy scientifico.

Qual'è il suo autore preferito? e il libro preferito?

Il mio autore preferito è probabilmente Mervyn Peake -- il suo stile è così originale e le sue storie semplicemente trasudano di atmosfera gotica.

Dopo il college, ha iniziato come musicista. Che genere suonava?

Mi sono unito ad una compagnia orchestrale basata su uno studio a Londra e la maggior parte del lavoro che facevamo era dare l'accompagnamento a famosi artisti e cantanti solisti degli anni '70 che erano sotto contratto con lo studio di registrazione. Era un lavoro che durava dalla prima mattina fino a tarda sera ma mi ha insegnato molto sul processo di registrazione. Sono stato con l'orchestra finché non si è sciolta 18 mesi dopo il mio arrivo. Sono stato un'indipendente per circa un anno prima di entrare alla Virgin Records come ingegnere di registrazione presso i manor studios a Oxfordshire. Sono stato con questa compagnia per cinque anni, lavorando con diversi artisti interessanti come Mike Oldfield, Frank Zappa, Peter Gabriel, i Sex Pistols e Public Image Ltd.



Le origini di Lupo Solitario


Per quale motivo ha creato il Magnamund?

Per avere una base costante per le mie campagne D&D.

Quali differenti forme ha avuto il magnamund durante i 7 anni di formazione?

Geograficalmente, il mondo consisteva inizialmente solo del continente settentrionale. All'inizio avevo chiamato il mondo "Chinaraux" ma non sono mai stato realmente soddisfatto di questo nome. Ho sempre avuto la sensazione che fosse un titolo provvisorio finché non avessi trovato qualcosa di migliore. Quel qualcosa migliore era Magnamund.

Quando ha deciso di trasformare Magnamund in un Librogame?

La mia idea iniziale era quella di trasformare LS in un RPG, qualcosa di simile a Runequest. Nel 1983, lavoravo con Steve Jackson e Ian Livingstone alla Games Workshop a Londra. In quel periodo avevo già speso 6 anni a sviluppare il Magnamund e la saga dei Kai. Ian e Steve erano entusiasti della possibilità che venisse pubblicato dalla GW, ma l'accordo proposto era così offensivamente cattivo che decisi di lasciare il lavoro e di andare per la mia strada alla prima occasione. Nell'agosto 1983 pubblicarono il primo libro dei loro Fighting Fantasy e fu un grande successo. Ancora furente per l'offerta derisoria che mi avevano fatto per LS, decisi di riprogettare il mio sistema RPG e di trasformarlo in una campagna in solitario. Ho chiesto a Gary Chalk (che lavorava alla GW in quel periodo) di illustrare i miei manoscritti per il primo libro, I signori delle Tenebre, e quindi ho avvicinato tre editori di Londra con i primi 50 paragrafi circa. La risposta fu entusiasta. Lo volevano e iniziarono a fare offerte sempre più alte per i diritti. Hutchinsons mi offrì l'accordo migliore e io accettai. Ho lasciato la GW e iniziato immediatamente a lavorare su Traversata Infernale. Gary lasciò poco dopo di me e collaborò ai primi otto volumi, tra il 1984 e l'86.

Quanto era sviluppato il Magnamund quando scrisse I signori delle Tenebre?

Il nord era molto ben sviluppato, compresi i miti dei kai e i Signori delle Tenebre. Avevo anche un bestiario completo, un elenco eventi, e la cronologia. Il continente meridionale esisteva ma non era sviluppato quanto il settentrione a quell'epoca.

Quale consiglio avrebbe per degli autori in prospettiva specialmente a riguardo dell'essere pubblicati?

Iniziare con un idea. E' un grave errore quello di buttar giù 80000 parole nella speranza che l'editore sia colpito dallo sforzo e dedizione. Lui/lei facilmente risponderanno con una lettera di rifiuto che potrebbe danneggiare seriamente la vostra autostima. La verità è che gli editori sono inondati da manoscritti inediti non richiesti. Nel caso di grandi editori, si tratta anche di decine di migliaia l'anno. Essi non hanno ne il tempo ne l'ottimismo di guardare tra di essi nella speranza di trovare qualcosa che potrebbe essere il capolavoro del secolo, ma che probabilmente non lo è. Una sinossi e un capitolo d'esempio è quanto serve ad un editore per esprimere un giudizio. La preparazione è importante. E' possibile che un cattivo libro segua una buona sinossi, ma raramente un buon libro presenta una cattiva sinossi. Gli editori lo sanno meglio di chiunque altro. Se siete seriamente interessati a vedervi pubblicati, vi raccomando di contattare la Society of Authors (UK) o la Writers Guild of America (US). Sono molto bravi nell'aiutare nuovi autori e possono aiutare nei campi spinosi degli agenti letterari, contratti di pubblicazione, marketing, pubblicità, ecc.



Sui Libri


Cosa fa quando si siede a scrivere un libro? Qual'è il processo di scrittura?

Per i libri di Lupo Solitario, il processo di creazione richiede tre passi: delineazione, diagramma dei paragrafi, prima stesura. In media mi richiede 8 settimane per completare un'avventura. Una settimana per delineare la storia, nel quale definisco quello che accadrà, le modifiche necessarie alle regole, una mappa abbozzata e gli elementi necessari dai libri precedenti. Prendo molte note durante questa fase che mi servono nella seconda.

Nella fase di diagramma (della durata di tre settimane) scrivo l'avventura, solitamente su grandi fogli di carta che spesso collego assieme. I numeri di paragrafo sono scritti e faccio prove per ogni incontro in modo che la parte di gioco della storia funzioni. Questa è probabilmente la parte più creativa, in quanto devo decidere cosa si verifica in ogni sezione. Quando ho finito, ritorno all'inizio e riscrivo tutto, questa è la prima stesura.

Inizio da "Indietro nel tempo...", quindi le modifiche alle regole, e quindi l'avventura propriamente detta. Il diagramma mi dice cosa devo fare in ogni sezione, e nella prima stesura elaboro questo lavorando sulla prosa. Questa fase richiede circa 4 settimana. Alla fine gioco il manoscritto usando personaggi forti, medi e deboli e facendo le necessarie revisioni. Quindi lo invio all'editore. Dopo l'invio preparo una lista per Brian Williams che così può mettersi al lavoro su copertine e illustrazioni interne.

Le scelte nei libri possono essere complesse, soprattutto nei primi libri. Come le pianifica?

Nella fase di definizione dei paragrafi come detto prima.

Sembrano esserci disaccordi tra i primi libri e i successivi riguardo le future avventure di LS. Come aveva sviluppato le avventure di LS inizialmente e come sono cambiate nel tempo?

Avevo già una storia delineata approssimativamente per i primi 12 libri mentre scrivevo I signori delle tenebre e penso che questo abbia colpito gli editori. La serie grande maestro ha preso corpo mentre scrivevo il sesto libro. Volevo far tornare il personaggio di Roark nella saga in un periodo molto successivo, e questo mi ha portato a pensare cosa sarebbe successo dopo che LS avrebbe distrutto i SDT. All'epoca in cui finivo di scrivere Le segrete di Torgar avevo già raccolto diverse annotazioni che sarebbero diventate le basi per la serie GM.

Gli abissi di Kaltenland sembrano essere una fine della serie. LS ha distrutto Zagarna e bandito vonotar nel Daziarn vendicando il massacro dei Kai. C'era l'idea di terminare la serie qui?

Assolutamente no. Per iniziare il mio contratto iniziale prevedeva 4 libri. Poi avevo già preparato estese sinossi per le prime 12 avventure.

Qual'è il suo preferito della serie? e il meno preferito?

Quello che preferisco leggere è L'alba dei dragoni, libro 18, in quanto credo sia la quintessenza delle avventure di LS. Sono anche affezionato a L'eroe di Mydnight, libro 23, e Ombre sulla Sabbia (libro 5) in quanto mi è piaciuto molto scriverli. Quello che preferisco meno? penso sia uno delle leggende, il sesto libro (nel secondo tomo dell'edizione Armenia - NdT) Sacrificio di Ruanon. Questo principalmente per i problemi avuti con Paul Barnett (ovvero John Grant) sull'epilogo. Devo dire che lo avrei voluto togliere dal manoscritto in quanto mostrava un futuro del Magnamund che non era parte della mia visione. Per quanto mi riguarda, il Magnamund non prevede un futuro tecnologico. Paul fu irremovibile nel mantenerlo e alla fine accettai di includerlo, ma ho sempre avuto la sensazione di aver commesso un errore. Non voglio dare una impressione sbagliata del mio rapporto di lavoro con Paul -- è uno scrittore eccellente e un amico e abbiamo collaborato bene assieme. Semplicemente in quest'occasione non avevamo la stessa idea.

Senza svelare trame future, cosa accadrà a Oberon (stella grigia)? lo rivedremo ancora?

R: Oberon era una mia creazione ma il personaggio è stato sviluppato da Ian Page per la serie "il mondo di LS". Ho sempre avuto l'idea che fosse un personaggio forte e pensavo di reintrodurlo durante la serie del nuovo ordine, che è principalmente basata nel Magnamund meridionale. Ma ho scartato l'idea in quanto la serie si sviluppava in una direzione diversa da quanto avevo inizialmente pianificato.



Sui collaboratori


In che modo si è legato a Gary Chalk e Brian Williams?

Ho scoperto i lavori di Brian su White Dwarf e nella serie Real Life Adventure di Jon Sutherland. Jon è un vecchio amico e quando Gary e io ci siamo divisi mi ah presentato Brian, la mia prima scelta come nuovo illustratore. Fortunatamente Brian era molto interessato a LS e accettò la mia offerta. Abbiamo iniziato a lavorare assieme con il libro 9.

Come mai BW non ha illustrato "Il viaggio della pietra di luna"?

Perché stava già lavorando sulla graphic novel del teschio di Agarash nel periodo in cui ci servivano i disegni per il librogame.

Ci sono molte discrepanze tra i libri e le leggende di LS. Quali dobbiamo considerare corrette?

La serie di librogame ha sempre preceduto cronologicamente le leggende e quindi deve avere autorità sulle leggende.


L'intervista originale la potete trovare, in inglese, qui.