TRAVERSATA INFERNALE


Su incarico del Re dobbiamo portare il Sigillo di Hammerdal a Durenor e ritornare con la Spada del Sole assieme all'esercito durenese per salvare la capitale Holmgard assediata; ci viene dato un tempo limitato per completare la missione ma in realtà questo fattore non influenza minimamente l'avventura. Durante il viaggio saremo oggetto delle indesiderate attenzioni degli agenti di Naar che in svariate occasioni cercheranno di fermarci: alla taverna prima della partenza, durante il viaggio in nave e nel proseguo dell'avventura non ci daranno tregua! Dopo un lungo tragitto in nave, a causa di una improvvisa tempesta, la nostra imbarcazione affonderà, portando con se tutto l'equipaggio; ci salveremo solo noi, raggiungendo poi la malfamata città di Ragadorn in due modi. Nel primo, riusciamo a richiamare l'attenzione di una nave, ma perderemo gli oggetti e il Sigillo, che potremo comunque recuperare (ma c'è anche la possibilità di non riuscirci). Nel secondo, giunti sulla terraferma raggiungeremo a piedi la città. Da Ragadorn partiamo con una (costosa) carrozza verso Port Bax, subendo nuovamente i tentativi di assassinio di un compagno di viaggio; eliminato il rivale a Gorn Cove, dovremo lasciare i compagni e, dopo aver recuperato una Lancia Magica e combattuto un Helghast, arriveremo infine a Port Bax. Dopo un breve riposo, con la compagnia di Rygar e di altri cavalieri, ripartiremo verso Hammerdal; arrivare in città sarà difficile per gli agguati degli Helghast e per un errore famosissimo nel testo di un paragrafo. Ottenuta la Spada del Sole, ripartiremo in nave per l'ultima parte del viaggio; il ritorno a casa sarà tranquillo, fino ad un attacco operato da navi fantasma riportate alla superficie dalla magia di Vonatar. Grazie al potere della nostra nuova arma, superare questo ostacolo, approdare a Holmgard e distruggere Zagarna sarà un gioco da ragazzi!


Longevità wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Il libro è molto più lineare del precedente anche se presenta delle deviazioni che possono essere significative. Interessante la possibilità di proseguire per un certo tempo l'avventura anche se si è perso il Sigillo.

Difficoltà wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
L'ostacolo maggiore è rappresentato dallo scontro con l'Helghast per ottenere la Lancia Magica. Non è uno scontro obbligatorio e per il resto del libro il livello dei combattimenti non è proibitivo, soprattutto dopo aver recuperato la Spada del Sole. Un gravissimo errore nel testo prima di entrare nel Tarnalin può portarci alla morte.

Ambientazione wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Suggestiva ma non all'altezza del precedente libro. Mentre la visita a Ragadorn può essere superficiale, le descrizioni dei massacri nel tunnel del Tarnalin sono molto evocative. Anche se a inizio libro ci viene dato un tempo limite, qualsiasi siano le nostre scelte saremo sempre in grado di giungere in tempo, rendendo inutile questo dettaglio.

Totale wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Il libro nel suo complesso raggiunge la sufficienza, ma non è all'altezza del precedente. La storia è più lineare e non crea bivi significativi, mentre la difficoltà è abbastanza bilanciata tranne per l'incontro già citato con l'Helghast.

Recensione di Wold Wolf