L'ALBA DEI DRAGONI


Credendoci incapaci di sconfiggere Ixiataaga, Naar ha aperto un cancello dell'ombra e attaccato con le sue creature il Monastero Ramas! Da questa premessa parte la lunga marcia contro il tempo che conclude questa mini-trilogia all'interno della serie. La strada che ci porterà da Garthen fino al Monastero è lunga e impervia. Ovviamente gli agenti di Naar non ci lasceranno in pace per gran parte del viaggio. Già a Garthen, durante l'interrogatorio di un sospetto, rischieremo la vita. Col proseguire dell'avventura, dovremo subire l'attacco di briganti Eldenoriani, la cui nazione ha scatenato una guerra a sorpresa contro il vicino Palmyrion. Appena entrati in questa nazione, cadremo nella trappola tesa al nostro gruppo da un agente delle tenebre al castello di Tranius; la fuga rocambolesca ci potrà costare cara e ci obbligherà a proseguire senza la nostra scorta di cavalieri. Dopo aver percorso le pianure di Palmyrion, con alcuni incontri piacevoli e altri meno, giungeremo infine ad Holona; qui lo stremato esercito di Palmyrion riesce con fatica a contenere i nemici eldenoriani. Per proseguire potremo scegliere tra due strade: una inizialmente più semplice, ci porta verso la capitale dell'ostile Eldenora, Duadon; l'altra ci costringe ad attraversare la linea del fronte e il fiume Storn per poi raggiungere Slovia. Se scegliamo il percorso verso Duadon, ci ritroveremo agli arresti nella capitale, il cui leader è un seguace di Naar. Riusciremo a sconfiggerlo e a fuggire per poi raggiungere prima Rhem e quindi Varetta. L'altra, la strada attraverso Slovia, è più tranquilla ma più difficile e mortale nella parte iniziale in cui rischieremo la vita attraversando la linea dei combattimenti. In entrambi i casi, prima di arrivare a Varetta abbiamo l'occasione di regolare i conti con Roark, o meglio con il suo spirito, ad Amory dandoci l'occasione di eliminarlo definitivamente. A Varetta saremo accolti dal saggio Gwynian che ci fornirà l'arma per chiudere il Cancello dell'Ombra usato dalle creature di Naar: un Cristallo del Sole. Grazie alla possente cavalcatura messa a nostra disposizione, raggiungiamo rapidamente Casiorn, dove una nave volante ci viene donata per raggiungere Holmgard ancora più in fretta. Il viaggio è quasi alla conclusione, ma prima di arrivare al Monastero dovremo superare ancora alcuni pericoli; attraverso un passaggio segreto, saremo infine accolti festosamente dai nostri giovani confratelli e dagli amici che, nonostante le gravi perdite, hanno valorosamente tenuto a bada il nemico fino al nostro arrivo. Dopo aver respinto un nuovo attacco partiremo da soli per chiudere il Cancello; prima di riuscirci però, verremo afferrati e costretti a varcare il portale. Alla presenza dello stesso Naar affronteremo le sue ultime terribili creazioni, i dragoni che danno il titolo al libro. In un concitato finale riusciremo a fuggire e a lanciare il Cristallo del Sole nel Cancello dell'Ombra, sigillandolo definitivamente salvando il Monastero e la nostra amata patria.


Longevità wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Ancora una volta il percorso che ci viene posto è abbastanza lineare se si eccettua il bivio (per una volta molto significativo) ad Holona. Nel complesso merita una rilettura però si tratta anche del libro più lungo da completare in termini di tempo e questo può fare la differenza.

Difficoltà wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Molti combattimenti ci aspettano prima di riuscire a terminare il libro. Anche se diversi di questi scontri sono relativamente semplici, nel finale la forza dei nostri avversari cresce di molto. La perdita di punti di resistenza è costante e potremmo arrivare alla fine con una riserva minima; per fortuna, con le scelte giuste, il combattimento finale lo potremo evitare.

Ambientazione wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
In un unico libro mai Lupo Solitario ha percorso così tanta strada. Si riescono a visitare moltissimi luoghi, alcuni dei quali già visitati in passato e che quindi abbiamo piacere di rivedere. Nonostante la lunghezza del tragitto, si riescono ad apprezzare pienamente alcune località chiave ed emblematiche. Inoltre possiamo godere per la prima volta dall'inizio della serie la vista del Monastero Ramas!

Totale wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Un epico viaggio per salvare i nostri confratelli, nemici che ci mettono i bastoni tra le ruote ed un incredibile scontro al Monastero: il libro regala forti emozioni e non stanca nonostante il tempo necessario per terminarlo sia notevole. Il materiale che poteva potenzialmente essere aggiunto in questo libro è tale da poter far riflettere se sarebbe stato preferibile dividere la storia in due volumi, in modo da arricchire ed approfondire alcuni eventi (Holona, Duadon, la battaglia al Monastero, maggiori bivi). La narrazione e le illustrazioni sono comunque all'altezza dei migliori libri della serie.

Recensione di Wild Wolf