I BUCANIERI DI SHADAKI


Dopo una breve pausa, ripartiamo per la seconda parte del lungo viaggio iniziato con il volume precedente, lasciando Elzian diretti verso Lorn. Saremo ben presto presi di mira dai bucanieri di Shadaki e costretti a perdere tempo in uno squallido villaggio; ripreso il viaggio via mare, verremo arrestati nella città portuale di Ghol-Tabras dove incontreremo il malvagio Sesketera. Qui saremo aiutati a fuggire dalla bella Oriah, la nobildonna che avevamo cercato di salvare nel libro precedente. La nostra fuga via mare dura ben poco, e gran parte del tragitto rimanente dovremo percorrerlo via terra tra le vaste giungle e le città di Shadaki. Queste terre selvagge sono tormentate da strani culti che ci sono ostili e ci renderanno difficile il viaggio. Avremo comunque modo di fare incontri divertenti, come a Caeno, dove vivremo una simpatica disavventura assieme ad un nostro compatriota. Prima di giungere a Suhn, la nave su cui viaggeremo sarà colpita da una tempesta magica e assalita dall'avversario più pericoloso dell'intero libro. Superato il difficile scontro saremo finalmente in vista della conclusione. Tra le nebbie magiche che avvolgono Lorn dovremo superare un ultimo test, che richiederà buona memoria e l'aver prestato attenzione nella lettura dei paragrafi del libro, pena il fallimento della missione.


Longevità wBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Un'altro lungo viaggio, stavolta più movimentato del precedente, ma che comunque non riesce a fare presa sul lettore. Si ha l'impressione di saltare da un evento al successivo in modo slegato, fino alla conclusione.

Difficoltà wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Aumentano i combattimenti, alcuni dei quali piuttosto difficili, con un conseguente dispendio di resistenza. Rischiare di perdere tutto ad un passo dalla conclusione perché non ci si ricorda un'informazione generica data in una delle descrizioni precedenti è fastidioso.

Ambientazione wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Le descrizioni e le immagini sono ottime come sempre, ma le città sono visitate sempre in modo rapido e gli ambienti esterni risultano un pochino ripetitivi.

Totale wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Il libro non esalta ma resta nella sufficienza. Ci si muove da un luogo all'altro inframezzando lunghi paragrafi descrittivi a situazioni d'azione in cui però difficilmente siamo chiamati a combattere, riuscendo a risolvere molti problemi con le giuste Arti Superiori. Leggermente migliore del precedente solo per il ritorno allo storico illustratore.

Nota: il registro di guerra non lascia spazio per l'Arte aggiuntiva dovuta al completamento del libro 21. Si tratta di un errore visto che nel 23 possiamo avere due Arti aggiuntive, quella dovuta al 21 e quella dovuta al 22.

Recensione di Wild Wolf