L'EROE DI MYDNIGHT


Di ritorno dall'isola di Lorn apprendiamo che il sovrano di Siyen è stato assassinato, mentre il malvagio Barone Sadanzo, un uomo malvagio e sospetto seguace di Naar, sta complottando per avere il trono. Essendo i più vicini all'area, spetta a noi ritrovare l'esiliato Principe Karvas e riportarlo alla capitale in tempo per l'incoronazione. Il tragitto sarà lunghissimo, attraverso molte terre, ricordando vagamente il libro numero 18. Ritrovato il principe a Sheasu, inizieremo il viaggio usando una nave volante, ma saremo ben presto costretti a continuare via terra dopo un'atterraggio di fortuna mentre ci troviamo ancora lontanissimi dalla destinazione. Dopo esserci avventurati a Bakhasa per prendere in "prestito" due cavalli, ci dirigeremo rapidamente verso nord attraversando le desolate distese di Naaros e le fertili piane di Lunarlia. Questa parte del viaggio è abbastanza semplice, ma le complicazioni iniziano una volta a Siyen; i fedeli seguaci di Sadanzo ci daranno la caccia cercando di fermarci durante la nostra cavalcata. A Cavalia, saremo arrestati e nella fuga potremo passare nelle stanze di Sadanzo, dove avremo la possibilità di recuperare un prezioso oggetto molto utile nel finale. Ad Oberra ci viene data la possibilità scegliere se proseguire fino alla capitale via terra o con il traghetto; il viaggio sul fiume è più agevole e rapido, mentre scegliendo la strada avremo ancora occasione di affrontare i seguaci di Sadanzo. In base ad alcune scelte fatte al nostro arrivo a Seroa, potremmo esser arrivati in tempo oppure in ritardo per l'incoronazione. Nel primo caso otterremo agevolmente la vittoria, mentre nel secondo caso riusciremo ad avere una speranza solo se avevamo recuperato l'oggetto precedentemente citato dallo studio di Sadanzo a Cavalia. Senza questo oggetto saremo sconfitti automaticamente.


Longevità wBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Il libro ripropone il tema del lungo viaggio in lotta contro il tempo ma con toni minori rispetto al 18. Sebbene l'ambientazione sia buona, non riesce a catturare adeguatamente e in alcuni tratti l'avventura è un po' noiosa.

Difficoltà wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Nella media della serie; molti scontri sono adeguati alle capacità di un Grande Maestro, inoltre spesso Karvas ci aiuta con un bonus di combattività. L'eventuale scontro con Sadanzo può essere inaspettatamente duro. Non ci sono moltissime morti istantanee.

Ambientazione wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
L'ambientazione è pienamente negli standard della serie. Restano un po' duri da digerire alcuni paragrafi molto lunghi ma di elevata qualità. Molto bella la parte iniziale del libro fino alla fuga da Bakhasa, di sicuro la parte migliore da leggere e da giocare.

Totale wBMqj3k.pngwBMqj3k.pngwBMqj3k.png
Nel complesso il libro raggiunge la sufficienza anche se soffre nella ripetibilità dell'avventura. A tratti la storia perde di mordente e sembra perdersi in lunghi paragrafi narrativi.

Recensione di Wild Wolf